martedì 19 maggio 2015

Medicina estetica: I filler all'acido ialuronico per contrastare i segni dell'invecchiamento

Il desiderio di mantenersi in forma e contrastare i segni dell'invecchiamento è sempre maggiore e si evidenzia nel nascere continuo di palestre e di centri estetici.
Ma, se fino a qualche anno fa si poteva ringiovanire solo col bisturi, oggi è possibile migliorare l'aspetto in modo non cruento, rispettando al massimo l'integrità cutanea e con la consapevolezza di poter raggiungere ottimi risultati senza cambiamenti radicali ed innaturali del proprio aspetto.
Oggi è possibile con agli sottilissimi iniettare nella pelle sostanze per riempire e sollevare le rughe, mentre possono essere fatti peelings per eliminare gli strati cutanei superficiali per poter ricreare un'epidermide più giovane.
Esistono anche laser per rinnovare gli strati cutanei profondi, per l'eliminazione della peluria, per le lesioni vascolari o per eliminazione di macchie o tatuaggi e sostanze biostimolanti che iniettate a poca profondità possono dare turgore naturale ed elasticità al derma.

L'ACIDO IALURONICO


Fra i tanti filler l'acido ialuronico rappresenta rappresenta la soluzione migliore per le sue capacità  plastiche nel riempire le rughe, per il mantenimento della correzione per tempi ragionevoli e per l'assenza di fastidiosi effetti collaterali. L'acido ialuronico è una sostanza assolutamente naturale e bio-interattiva, identico cioè a quello già  presente nei tessuti in quanto parte integrante della matrice dermica, che con il naturale processo di invecchiamento cutaneo ne ha subito un costante e considerevole decremento. Infiltrato, l'acido ialuronico consente un visibile miglioramento dell'aspetto esteriore. Inoltre, essendo esso idoneo a distribuirsi in maniera omogenea e uniforme nel derma si rivela ottimale nel trattamento delle labbra, rughe sottili e profonde (nasolabiali, geniere, glabellari, periorali e perioculari), solchi e cicatrici, collo e del decolletè. L'esecuzione del trattamento richiede meno di un'ora. Con una semplice iniezione, attraverso siringhe con aghi molto sottili e in regime ambulatoriale, senza bisogno di alcun test preliminare ed utilizzando o meno anestetico locale, le piccole imperfezioni ed i segni di invecchiamento si affievoliranno in modo armonioso. Perchè il programma di "biorivitalizzazione" abbia risultati apprezzabili è necessario programmare due o tre sedute iniziali a breve distanza l'una dall'altra. Per mantenere poi i benefici così ottenuti nel tempo è opportuno prevedere un nuovo ciclo applicativo di mantenimento a distanza di qualche mese. Il risultato è comunque immediato. Possono verificarsi reazioni associate all'iniezione, quali gonfiore, arrossamento e sensibilità . Altre reazioni avverse sono molto rare.

COME AVVIENE L'INIEZIONE


Il trattamento con acido ialuronico viene praticato in ambulatorio attraverso siringhe con aghi molto sottili.
Prima del trattamento il medico può applicare sulla zona interessata dell'anestetico in crema.
Il dolore o fastidio provocato dell'iniezione, varia in base alla sede in cui l'acido ialuronico viene iniettato e alla soglia del dolore di ciascun paziente.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE




  • Rughe naso-labiali
  • Zampe di Gallina
  • Rughe glabellari
  • Zona malare (zigomi)
  • Contorni del viso
  • Cicatrici del viso


  • a cura della dott.a Maria Napolitano, studi in Roma, via Latina 94 e Nola (Na) via Imbroda 232

    Maggiori informazioni sono disponibili sul sito della dottoressa: 
    E' possibile contattare la dottoressa alla mail: